Benvenuti nel Portale Istituzionale del

COMUNE DI CERCEPICCOLA

Via Regina Elena, 1
86010 Cercepiccola (CB)

Tel. 0874 79222 - Fax. 0874 797143
comune@comune.cercepiccola.cb.it
comune.cercepiccolacb@legalmail.it

Arte e Monumenti

 
monumento ai cercepiccolesi nel mondo

Monumento ai Cercepiccolesi nel mondo

Monumento ai Cercepiccolesi nel mondoNel 2007 l’Amministrazione comunale ha deciso realizzare un monumento che ricordasse a tutti i Cercepiccolesi nel mondo che non solo la loro terra d’origine non li ha dimenticati, ma che essi sono ancora parte integrante della comunità. Il monumento, realizzato dalla Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone. L’opera è stata posta in località Santa Croce, oggi piazzale Garibaldi, che era il luogo in cui chi partiva salutava i suoi parenti  per l’ultima volta prima di  iniziare la propria avventura per il mondo, ma è anche il posto che si scorge per primo quando, di ritorno dal viaggio professionale ed esperienziale della vita, si torna a casa.

 

 

monumento unità d'italia

Monumento Unità d’Italia

Monumento all’Unità d’ItaliaIl 17 marzo del 2011 il Comune di Cercepiccola ha voluto realizzare un monumento che commemorasse il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il monumento, ideato dall’artista Monia Felice, rappresenta una colonna in pietra -che vuole rappresentare la classicità  della nazione italiana- su cui è legato uno scudo raffigurante l’effige dell’Italia Turrita (che cinge una corona fatta delle tante torri a ricordo delle diverse municipalità che rappresentano l’ossatura del Paese), con la stella della Repubblica e la Scritta “nata per unire” accompagnata dalla bandiera tricolore. Il monumento è posto a ridosso del Palazzo Carafa. In occasione del 150° anniversario della nascita dell’Italia il  Consiglio Comunale volle denominare quell’area “Piazza Unità d’Italia”.

 

piazzetta

Piazzetta Fontanino

Piazzetta FontaninoNel centro storico del paese, sull’area recuperata dalla demolizione di alcuni fabbricati pericolanti, è stata realizzata una piazzetta denominata “Fontanino“, dall’originario nome del lavatoio sovrastato da un fontanino in ferro, rimasto inalterato. La piazzetta costruita sul  modello degli anfiteatri greci, ospita periodiche rappresentazioni teatrali ed artistiche.

 

 

 

Parco Giovanni Paolo IINel 2006 l’Amministrazione Comunale ha deciso di avviare i lavori di ripulitura e riqualificazione della pineta e dell’intera area chiamata “Castelluccio”. Sono stati trovati i resti di un’antica presenza di un’edicola votiva e di una croce risalenti agli inizi del 1900. Ne è nata l’idea di costruire una nuova edicola in cui è stata posizionata una statua della Madonna della Libera. Gradualmente si è poi deciso di ampliare l’area realizzando un luogo di culto e meditazione all’aperto che ospita ora un altare, un ambone e  una croce, ricavati dalle pietre dell’antica Chiesa di San Rocco, demolita nel dopoguerra. L’area è caratterizzata anche da una via Crucis nella pineta limitrofa. In questo luogo immerso nel verde e posizionato a due passi dal centro abitato, sottostante, si celebra ogni anno una Santa Messa in occasione della festa Mariana del 15 Agosto. L’intera area, che costituisce un parco pubblico illuminato e con panchine, è stata intitolata, nel 2006 dal Consiglio Comunale, a Giovanni Paolo II.

 

Parco Salvo D'Acquisto

Parco Salvo D’Acquisto

Parco Salvo D’AcquistoNel 2013 si sono realizzati vari lavori di riqualificazione del parco della villa comunale. Un’area verde al ridosso del centro abitato e delle strutture sportive. In occasione dell’inaugurazione del parco, che è stato dedicato a Salvo D’Acquisto, è stata scoperto un monumento commemorativo di quei tragici accadimenti nel corso di una cerimonia pubblica realizzata per il 70° Anniversario dell’eccidio di Palidoro. Eccidio dove trovò la morte ad opera della ferocia nazista il giovane Vice brigadiere dei Carabinieri, Medaglia d’oro al valor militare. L’iniziativa del Comune di Cercepiccola è stata patrocinata e organizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri che ha inviato anche la Fanfara dei Carabinieri per le celebrazioni e la scopertura del monumento.

Fontana "Tre cannelle"

Fontana “Tre cannelle”

Fontana a tre cannelleLa piazza centrale è dominata da una monumentale fontana a tre cannelle, alimentata dalle sorgenti del ruscello Crirchetto.

pero

Il pero più antico d’Italia

Il Pero più antico d’ItaliaNel 2010 l’Associazione Patriarchi della Natura ha riconosciuto, in località Madonna delle Grazie, una pianta di pero presente in un podere privato, quale l’albero di questa specifica specie più antico d’Italia. Gli esperti hanno assegnato alla pianta un’età di circa 260 anni.