Benvenuti nel Portale Istituzionale del

COMUNE DI CERCEPICCOLA

Via Regina Elena, 1
86010 Cercepiccola (CB)

Tel. 0874 79222 - Fax. 0874 797143
comune@comune.cercepiccola.cb.it
comune.cercepiccolacb@legalmail.it

Chiese

 
Santuario Madonna delle Grazie

Chiesa della Madonna delle Grazie

Chiesa della Madonna delle GrazieLa tradizione vuole che il giorno 5 agosto di un anno non precisato del XVII secolo tale Giuseppe Germino, mentre era intento al trasporto dei covoni dalla montagna, fu assalito e travolto dai propri buoi colti da improvviso furore.
Uscito miracolosamente indenne, in segno di ringraziamento per la grazia ricevuta, fece dono alla Vergine della sua povera e modesta masseria, con edicola e statua, rinnovata nel 1660.
Nel 1837, a seguito dell’epidemia dei colera fu costruito l’adiacente cimitero.
La Chiesa ospita tra le altre cose una raffigurazione della Vergine intenta ad allattare Gesù, opera del famoso artista Paolo Saverio Di Zinno, ideatore de “I Misteri” di Campobasso.

Chiesetta di San Francesco e Santa Chiara

Chiesetta di San Francesco e Santa Chiara

Chiesetta di San Francesco e Santa ChiaraLa Chiesetta di San Francesco e Santa Chiara sorge in località “la Cappella”, oggi Parco Europa. E’ stata edificata nel 2008 sul luogo che un’antica tradizione vuole ospitasse una cappella, di qui il nome della località. La zona immersa nel verde e con vari spazi dedicati a passeggiate ed escursioni ha suggerito la dedica della Chiesetta proprio all’autore del Cantico delle Creature. Nel 2011 l’Arcivescovo di Campobasso Bojano, Mons. Bergantini, l’ha consacrata con il posizionamento di un crocefisso che è la copia esatta di quello di San Damiano ad Assisi. Il Crocefisso è quello che ha accompagnato le reliquie di San Francesco nel giro che esse hanno fatto in tutti i paesi della Diocesi in occasione dell’Offerta, da parte del Molise, dell’Olio che è arso sulla tomba del Santo Serafico in Assisi nell’anno 2011. Per una sua speciale concessione Ecclesiale nella Chiesetta si svolge la Perdonanza francescana il primo Agosto di ogni anno.

chiesa_S_SALVATORE

Chiesa di San Salvatore

Chiesa di San SalvatoreDi antiche origini, ha subito nel corso dei secoli XVIII e XIX due importanti interventi di restauro; il primo nel 1742, l’altro nel 1847con l’ampliamento della volumeria. In quella circostanza venne rimosso l’antico soffitto ligneo, opera di Giovanpietro Ferraro.
Composta da due nave, al suo interno contiene una pregevole statua della Madonna della Concezione, opera dello scultore Paolantonio di Zinno e il quadro della trasfigurazione, del pittore Mattia Preti, detto il “Calabrese” (1613-1699). Adiacente ad essa si erge la torre campanaria in pietra, di stile romanico, risalente al 1200.